Comitato Eggenberg

Il Comitato “Gradisca-Eggenberg”, costituitosi a Gradisca d'Isonzo nel dicembre 2015, persegue i seguenti scopi:

 

1. diffondere la conoscenza della storia della città di Gradisca d’Isonzo, con particolare riguardo al periodo (1647-1717) in cui la città era il capoluogo di una “Contea Principesca e Sovrana immediata dell'Impero”;

 

2. valorizzare l’immagine della città di Gradisca a fini culturali e turistici;

 

3. concorrere allo sviluppo urbano, ambientale, sociale, culturale ed economico della città;

 

4. collaborare alla tutela, alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale;

 

5. favorire il recupero e la conservazione delle tradizioni locali;

 

6. incentivare le relazioni e gli scambi culturali con altri soggetti, pubblici e privati, attivi nel territorio nazionale o all’estero, coinvolti nelle vicende storiche che hanno riguardato Gradisca.

 

Il Comitato “Gradisca-Eggenberg” si prefigge in particolare di:

 

collaborare con il Comune di Gradisca d'Isonzo per realizzare il "Progetto Eggenberg 17", programma di manifestazioni finalizzato a ricordare il terzo centenario dell'estinzione della famiglia principesca Eggenberg (1717).

 

produrre e mettere a disposizione, cominciando da questo sito, materiali per le scuole, affinché si possa inserire nei programmi didattici l'apprendimento della storia locale come fattore di consapevolezza e, nello stesso tempo, di integrazione.

 

Il Comitato è costituito da:

 

Furio Gaudiano, Elisa Fiaschi, Maria Masau Dan, Renzo Pagotto, Elena Puntin, Luca Risari, Matteo Donda, Paola Visentin, Andrea Nicolausig.

 


Questo sito è curato dal COMITATO EGGENBERG di Gradisca d'Isonzo (Gorizia) e si propone di diffondere la conoscenza della città e della sua storia nel periodo in cui è stata capitale di una contea principesca (1647-1717) sotto il casato stiriano degli Eggenberg.

E' un'epoca ricca di fatti e personaggi significativi non solo per il Friuli orientale ma per tutte le potenze europee che si sono incontrate e scontrate (anche prima e dopo)  in questa terra di confine.

contatti: info@conteadigradisca.it